Skip links

Promuovere un libro su Instagram: 6 esempi di bookinfluencer

Promuovere un libro su Instagram come Bookinfluencer e bookstagrammer: qual è il segreto?

 

Vorreste avere anche voi i loro numeri su Instagram, collaborare con altre realtà nel campo dell’editoria o semplicemente sapere come comunicare con una community tutta vostra?

 

Continuiamo a scoprire insieme come promuovere un libro sui social, in particolare su Instagram.

Abbiamo già approfondito i motivi per scegliere Instagram per i vostri libri, sia editi con una casa editrice sia in self publishing, e i consigli più utili per cominciare a postare su un profilo da veri autori: organizzato, coerente, efficace anche dal punto di vista della community e delle interazioni e fare marketing di libri.

 

Forti dei suggerimenti più importanti per impostare la vostra comunicazione sui social, libro pubblicato alla mano e idee già in cantiere, non ci resta che vedere insieme alcuni esempi di post dei bookinfluencer italiani più famosi, per trarre ispirazione e vedere nel concreto come parlare di libri e lettura a fini promozionali.

I profili che passeremo in rassegna prendono in considerazione i libri nelle loro tante sfaccettature, offrendo un panorama più ampio e variegato su come promuoverli al meglio.

 

6 esempi di bookinfluencer

 

Il primo esempio su come promuovere un libro su Instagram ci arriva dal noto @gatsby_books (Giuseppe Quattrocchi), bookinfluencer da 59.700 follower sui generis e book cover designer, specializzato quindi nella realizzazione di copertine e nella grafica per l’editoria.

Ovviamente il suo profilo si concentra quindi sul lato più estetico e visuale dei libri (e della piattaforma stessa), catturando l’attenzione grazie alle splendide copertine che riesce a ideare.

Ogni post di immagini o caroselli è arricchito da elementi grafici, sfondi, effetti e composizioni professionali, ma non temete: è il concetto alla base della scelta comunicativa di @gatsby_books a interessarci.

Promuovere un libro su Instagram GatsbybooksIl suo stile è riconoscibile sia negli scatti che ritraggono i libri dal vero, sia nelle sue copertine, che mostra singolarmente.

Concentrarsi sulla bellezza del libro in qualità di oggetto e valorizzarla è una mossa sempre valida, soprattutto se, come in questo caso, è completata da informazioni sui libri, domande ai follower e brevi digressioni personali di Giuseppe.

 

 

 

 

 

 

 

Giulia Ciarapica, su IG @giulia_ciarapix, non è solo una bookinfluencer e una divulgatrice online di tematiche legate all’editoria, è anche blogger culturale, collaboratrice giornalistica, docente e autrice.

Nel 2019 ha pubblicato il suo primo romanzo con Rizzoli, Una volta è abbastanza, mentre nel 2022 è uscito Chi dà luce rischia il buio.

Ben cosciente che si possa parlare di libri online anche in modo completo, Giulia ha strutturato la comunicazione per promuovere il suo esordio fin dall’inizio, annunciando ai suoi followers titolo, copertina, editore, data di uscita, dove reperire il suo libro e una sinossi, esponendosi anche in prima persona e instaurando un dialogo.

Promuovere un libro su Instagram giuliaciarapixHa proseguito in maniera regolare, senza eccedere con i post, ma svelando citazioni, riportando recensioni e commenti, ringraziando i lettori, segnalando gli appuntamenti e le presentazioni e coinvolgendo la community con un contest fotografico, tutto targato #Unavoltaèabbastanza.

I suoi post hanno chiaramente una componente testuale di rilievo, che ha l’intento di suscitare emozioni in chi legge e di invitare alla lettura dei suoi romanzi, in un mix che dà spazio sia al fatto di dover promuovere un libro su Instagram, sia alla sua persona.

 

 

 

 

“Leggo. Cammino. Faccio le due cose insieme (non è così difficile come sembra)”.

Così recita la bio di Filippo Taddia, dal 2018 su Instagram come @leggoecammino appunto e ideatore dell’omonimo hashtag.

Filippo è già social media manager per diverse realtà editoriali e ha aperto il suo profilo nel 2017.

Promuovere un libro su Instagram leggoecamminoPer lui, un buon bookblogger o, in questo caso, un buon bookstagrammer per promuovere un libro su Instagram deve tenere conto di tre fattori: “Primo: sincerità. Sempre. Secondo: linea editoriale: se non ti piace un genere o un autore o un filone, per me è meglio non parlarne, o al limite parlarne per avviare un dibattito ma ciò che le persone si aspettano da un blogger o da un bookstagrammer è di potersi fidare. Sembra banale quello che sto per dire ma… devi leggere. E proporre solo ciò che hai letto. Terzo: stare al passo”.

Oppure coinvolgere gli utenti, come con l’iniziativa Il Firmacopie per vincere Il romanzo di Saint Jordi di Màrius Serra, edito da Marcos y Marcos, una sorta di caccia al tesoro a enigmi organizzata tramite stories su cinque profili IG.

Parola d’ordine: creatività.

 

 

 

 

 

 

Carolina Capria è sceneggiatrice, autrice di romanzi per ragazzi, fondatrice di una scuola di lettura intitolata a Josephine March e bookinfluencer da 105.000 follower.

La sua cifra distintiva? Parlare di letteratura femminile per abbattere pregiudizi e discriminazione, anche in ambito letterario.

Promuovere un libro su Instagram lhascrittounafemminaAnche per promuovere un libro su Instagram, infatti, capita ancora spesso che le autrici scelgano uno pseudonimo, per dare l’idea di rivolgersi a tutti e non solo al pubblico femminile, oppure che grandi capolavori del passato non abbiano ricevuto riconoscimento e attenzione solo perché scritti da autrici e non da autori.

Carolina dosa sapientemente un messaggio di valore, contenuti spontanei e reel in cui compare in prima persona, concentrando il focus su ciò che intende trasmettere con il suo profilo, più che sul lato estetico dei post.

Per promuovere un libro su Instagram, in questo caso il suo Campo di battaglia, edito da Effequ, ha optato per una comunicazione poco aggressiva e limitata alla presentazione del libro, ai ringraziamenti e agli appuntamenti con il pubblico, ottenendo comunque l’effetto voluto grazie alla sua trasparenza e al sincero interesse per i temi trattati.

 

 

 

Letture e podcast: sono queste le passioni di Chiara Sgarbi e sono questi gli argomenti che condivide con i suoi follower.

Chiara consiglia letture con entusiasmo e costanza, spaziando tra generi e macrotematiche.

Promuovere un libro su Instagram chiara_sui_libriSul suo profilo, sono presenti soprattutto reel e caroselli: come sappiamo, per promuovere un libro su Instagram, questi sono i contenuti più indicati, che meglio attirano l’attenzione degli utenti e che vengono favoriti anche dall’algoritmo interno.

 

Non solo: Chiara cerca di creare anteprime dei suoi post che incuriosiscano chi visita @chiara_sui_libri.

Gli hashtag utilizzati sono vari ma sempre inerenti alla lettura, le CTA sempre presenti e i consigli per gli acquisti vengono dati anche facendo riferimenti a sconti, librerie specifiche dove comprare, editori e rimandi diretti al suo canale YouTube, dove parla di libri in video non più lunghi di venti minuti, assegnando un tema generale a ogni contenuto.

Chiara ha scelto quindi di utilizzare più canali e di collegarli tra di loro.

 

 

 

Conoscete già i #cromonimi di @internostorie (alias Marina Grillo)?

Tra libri e scatti di viaggio, Marina somiglia a una “narratrice di narrazioni”, con l’intento di promuovere un libro su Instagram raccontandolo (e raccontandosi).

Assoluta prevalenza di foto e caroselli, nessun reel, tag alle case editrici, nessun hashtag e una sola chiusa: “buona domenica” o “buon sabato”, a sottolineare la cadenza regolare ma lenta dei post.

Promuovere un libro su Instagram internostorie

Solo libri e pagine quindi, e la rubrica con hashtag originale #cromonimi (l’unico a comparire e a identificare il suo profilo), in cui i testi vengono presentati a partire dal colore delle loro copertine e fotografati con elementi cromaticamente simili.

Sembra rischiosa come comunicazione? Chiedetelo ai suoi 24.700 follower.

E sul suo sito, trovano spazio approfondimenti, interviste nella rubrica “Comodini”, recensioni e consigli.

 

 

 

 

 

Come abbiamo visto, ci sono molti modi di organizzare la propria comunicazione e di promuovere un libro su Instagram.

Cogliere il meglio da ogni strategia è utile, ma è la passione per i libri e la lettura a fare da base solida per autori e bookinfluencer.

Avete tratto qualche ispirazione? Quale tra questi profili preferite? Ne conoscete altri da consigliarmi?

 

E se volete ancora approfondire questi argomenti, ne ho parlato più nel dettaglio nei miei due libri: “Promuovere e raccontare i libri online” e “Promuovere e raccontare i libri sui social network”, entrambi editi da Editrice Bibliografica.

 

Immagine da Depositphotos.


Resta aggiornato

Iscriviti alla newsletter

Iscrivendomi accetto il trattamento dei dati come descritto nell'informativa privacy.

Podcast
Linkedin
Instagram
Facebook
Twitter
Telegram
Email